Elementi di strategia nella quadriglia

Valore dei pezzi

A differenze degli scacchi ortodossi, il valore dei pezzi minori può essere considerato pari a quello delle torri, e in una scala numerica possiamo così definire: P=1, C=A=T=2, D=4. Bisogna, inoltre tenere presente che un pezzo in mano risulterà più forte di un pezzo sul tavoliere.

L’iniziativa

L’iniziativa assume un ruolo ancor più fondamentale che negli scacchi ortodossi: non è insolito avviare la partita con un sacrificio di cavallo (Cf3-g5xf7) per esporre il re avversario. In realtà, questa mossa può essere un po’ azzardata perchè, oltre il cavallo, perde due tempi di sviluppo, tuttavia è indicativa di quanto sia importante avere un re dentro una piccola fortezza contro un re nudo, rispetto alla perdita di materiale.

Il tempo

Ancor più che il materiale e l’iniziativa, il controllo dell’orologio divente un elemento essenziale: la squadra, che ha speso meno tempo di riflessione, controlla l’orologio e e dunque può fermare il gioco su una scacchiera, nell’attesa di materiale o al contrario per bloccare il flusso di materiale; alla squadra avversaria non resta che recuperare il tempo perduto, oppure cercare di vincere su entrambe le scacchiere senza dipendere dall’arrivo dei pezzi.

Posizionare correttamente

Molto importanti risultano i pezzi in mano, in particolare per controllare le case vicino ai dure re, che permetteranno il lancio immediato di un attacco. Ciò che è particolarmente efficace è il sapere riconoscere quelle case da cui il pezzo può attivarsi sia in attacco che in difesa: in tal senso l’alfiere risulta in pezzo più utile. A fronte di ciò bisogna sempre stare attenti all’equilibrio tra attacco e difesa, la perdita di un tempo o la maggiore esposizione, a seguito di un attacco mal condotto, scateneranno l’attacco avversario!

Importanza della comunicazione

I due giocatori devono imparare a prestare costantemente attenzione l’uno al tavoliere dell’altro, sforzandosi di pensare anche alle esigenze dell’altro e soprattutto a quale pezzo può tornare utile al proprio compagno di gioco; solo qualora la squadra abbia il controllo dell’orologio, si può attribuire meno importanza a questa visione di gioco, e considerare maggiormente le proprie esigenze di gioco.

Fonte: Pion.

Quadriglia

[“fics rated bughouse match”]
[“fics, Oklahoma City, OK USA”]
[“1999.02.22”]
[Bianco A “nabla”][WhiteAElo “2148”]
[Nero A “Gnejs”][BlackAElo “2585”]
[Bianco B “jtp”][WhiteBElo “2159”]
[Nero B “Tjeulesbetes”][BlackBElo “1825”]
[Controllo del tempo “180+0”]
[Risultato “1-0”]

1A. e4 {178} 1a. e6 {180} 2A. d4 {177} 2a. Nf6 {179} 3A. Nc3 {177} 3a. Bb4
{178} 1B. e4 {172} 4A. Bd3 {176} 1b. e6 {180} 2B. d4 {171} 4a. Nc6 {175} 2b. Nf6 {179} 5A. Nf3 {175} 3B. Nc3 {170} 5a. d5 {175} 3b. Bb4 {177} 6A. e5 {175} 6a. Ne4 {173}
7A. Bd2 {173} 7a. Nxd2 {172} 4B. Bg5 {163} 8A. Qxd2 {172} 8a. Bxc3 {171} {C:Una mossa d’attesa sembra migliore di questa presa che permette al bianco di rafforzare Pd4.} 4b. d6 {173} 9A. bxc3 {170} 5B. B@h4 {160} 5b. B@e7 {171} 6B. a3 {158} 6b. Bxc3+ {169} 7B. bxc3 {157} 9a. B@h6 {157} {C:Attaco difensivo!} 7b. Nbd7 {161} 8B. Bd3 {156} 10A. Qxh6 {160}  8b. N@a4 {155} 10a. gxh6 {155} 9B. Ne2
{154} 11A. N@f6+ {159} 11a. Qxf6 {154} {C: se 11a.Re7 il re nero rimarrebbe duramente esposto.} 9b. B@b2 {153} {A:!} {C:Un colpo tipico, minacciando il controllo sulle case nere.} 10B. Bb5 {151} 12A. exf6 {157} 10b. Bxc3+ {149} 11B. Nxc3 {149} {A:?!}
{C:11B.Rf1! sembra migliore} 11b. Nxc3 {148} 12B. Bxd7+ {147} 12b. Bxd7 {146} 13B. Qd3 {146} 13b. Q@b2 {141} {A:?!} {C:13b.Ccxe4! è più forte. } 12a. Bd7 {131} {C:Una buona difesa.} 14B. O-O {143} 13A. P@g7 {152} {C:13A.P@e7 è più aggressivo.13a.Cxe7 14A.C@g7+ (14A.fxe7 þ14a.F@f6!) 14a.Rd8 15A.fxe7+ 15a.Rc8 o 15a.Rxe7 non sono estremamente chiare.} 13a. Rg8 {129} 14b. h6 {131} {C:Forzando ancora lo scambio.} 14A. N@c5 {149} {A:!} {C:Una sottigliezza, impedendo l’arrocco lungo a causa di P@a6 o F@a6 con un forte attacco. 14A.Fxh7?! 14a.0-0-0!þ15A.Fxg
8 C@f4!? perderebbe l’iniziativa.} 15B. Bxf6 {139} 15b. Bxf6 {130}
14a. N@f4 {123} 16B. Bxf6 {138} 16b. Qxf6 {129} 17B. N@h5 {135} 15A. B@f1 {141}
17b. Qg6 {125} 15a. B@f5 {113} {C:15a.F@e3 un tentativo violento di riottenere l’iniziativa. Seguirà 16A.fxe3 16a.F@f2+þ17A.Rxf2 17a.C@g4+ 18A.Rg3 þ} 16A. Nxd7 {132} 16a. Kxd7 {111} {A:?!} {C:Troppo rischioso. Più prudente þ16a.Fxd3! } 18B. N@f4 {107} 18b. Qg5 {123} 19B. N@h3 {100} 19b. Qg4
{119} 20B. f3 {94} 20b. Qxh3 {118} {A:!}  17A. N@c5+ {95} 17a. Kd8 {107}
21B. Nxh3 {87} 18A. Nxb7+ {93} 21b. O-O-O {115} 18a. Kc8 {106} 19A. B@a6 {91}
22B. Rae1 {81} 19a. Nxd3+ {101} 22b. P@e2 {113} 20A. Bfxd3 {89} 23B. Rf2 {80}
20a. Bxd3 {99} 23b. B@h4 {105} {C:cercando di catturare una torre da usare sull’altro tavoliere} 24B. g3 {77} 24b. Bg5 {103} 21A. cxd3 {75}
{A:!} 25B. B@b4 {70} {C:divente difficile evitare gl scambi} 25b. B@e3 {100} {A:!} 
21a. N@c2+ {89} 22A. Kf1 {74} 26B. Bxc3 {67} 26b. Bxf2+ {98} 27B. Nxf2 {65}
22a. B@e2+ {83} 27b. Qxa3 {96} 23A. Kg1 {70} 28B. B@b4 {61} 28b. Qa4 {92}
29B. Qxe2 {60} 29b. g6 {88} {A:!} 30B. Ra1 {54} {C:un buon tentativo pratico di prendere una donna per invertire la situazione…} 23a. Bxf3 {55} {A:?} 30b. gxh5 {74} {C:molto importante la sincronizzazione: sarebbe stato possibile un matto con la donna lasciata in a4 per þ23a.Ch3+! 24A.gxh3 24a.D@g2+
þ25A.Rxg2 25a.C@f4+ 26A.Rg3 þ26a.D@g2+ 27A.Rxf4 28a.Dxf3 # !} 31B. Q@a8+
{50} 31b. N@b8 {71} 24A. R@d8+ {43} {A:!} {C:La più elegante, ma funziona pure24A.Cd6+ 24a.Rd8 25A.C@b7+!þ25a.Rd7 26A.Cc5+ 26a.Rxd6/Rd
8 þ27A.T@d7 mat.} 32B. f4 {40} 32b. Bf6 {68} 24a. Rxd8 {54} {C:La variante principale é 24a.Cxd8þ25A.Cc5+ 25a.P@b7 26A.Fxb7+ þ26a.Cxb7 27A.P@d7+ et 28A.C@
c6 # } 25A. Nc5+ {41} 33B. e5 {37} 25a. P@b7 {52} 33b. Bb5 {67} 26A. Bxb7+
{40} 34B. Qe1 {32} 34b. dxe5 {64} 35B. fxe5 {27} 35b. Qxa1 {59} {Gnejs resigns} 1-0

Fonte: Pion.