Varianti regionali degli scacchi

Ancora oggi non è chiaro dove siano nati gli scacchi: gli storici concordano che questo gioco sia arrivato dall’oriente, tuttavia rimangono dubbi se questo gioco abbia origini indiane, cinesi o in una zona dell’Asia centrale tra Iran e Turkestan. La tesi generalmente riconosciuta è quella delle origini indiane del gioco.
Troviamo molti miti e leggende sulle origini:

  • secondo gli indiani, gli scacchi furono inventati dalla regina del Ceylon (oggi conosciuto come Sri Lanka) su indicazione del dio Râma;
  • secondo i cinesi, il gioco fu introdotto dall’imperatore Shennong o dal suo successore Huangdi;
  • secondo gli arabi e i persiani, fu l’anziano saggio Sassa con dei semi di grano…

Ancora gli europei, nel medioevo, negavano le origini straniere e attribuivano l’origine del gioco talvolta al filosofo caldeo Serse, talvolta ad Alessandro Magno.
Le origini asiatiche del gioco, qualunque sia il paese esatto, spiegano la presenza, nei paesi orientali, di tante varianti regionali, ancora oggi in voga.

Rispondi