Pezzi eterodossi

Tutti possono crearsi la propria variante anche semplicemente cambiando il movimento dei pezzi.

  • Alfil o elefante è il predecessore del moderno alfiere.Molto probabilmente è uno dei pezzi originali degli scacchi, veniva utilizzato nel Chaturanga e Shatranj. Si muove in diagonale di due caselle, con la possibilità di saltare i pezzi.
  • Cammello, anche questo è un pezzo datato e viene usato nella verne degli scacchi di Tamerlano. E’ un altro pezzo il movimento è simile a quello del cavallo, ma si può muovere di 3 caselle in orizzontale o verticale e poi di una casella in verticale o orizzontale.
  • Friend, inventato da David L. Brown nei primi anni’70. Il pezzo di per se non ha nessun movimento, sfrutta le caratteristiche del pezzo amico che lo controlla. Se per esempio è controllato da una torre, cioè la torre può ipoteticamente catturarlo, il pezzo si muoverà come la torre. Se è controllato da più pezzi potrà utilizzare le caratteristiche di tutti quanti.
  • Il grifone, un altro pezzo storico utilizzato nella versione del Grande Acedrex, descritto nel libro del Acedrex dedicato ai giochi è scritto nel 1283 in Spagna sotto il ReAlfonso X. Il movimento consiste nel muoversi in diagonale di una casella e poi in ortogonale, come la Torre. Non può saltare e cattura per sostituzione.
  • Immbobilizzatore, pezzo inventato da RobertAbbott è utilizzato in Ultima. Il pezzo si muove come una regina, quando raggiunge la sua casella di arrivo tutti i pezzi a lui adiacenti non possono muoversi. Un pezzo immobilizzato può decidersi di suicidarsi, il suicidio conta come un turno. Due immobilizzatori adiacenti non potranno più muoversi per il resto della partita.
  • Canguro, inventato da 1937 e forse mai usato in nessuna variante. Il pezzo si muove come una regina, ma deve saltare due altri pezzi e fermarsi subito dopo il secondo perché la sua mossa sia valida. Se la casella di arrivo è occupata da un pezzo avversario effettua una cattura.

Fonte: Il fogliaccio degli astratti.

Rispondi